lunedì 1 dicembre 2014

j passàt' nànn...





 J passàt nànn'...

jùrn' dòp' jùrn' si nè sciùt' n'ànn'...
...ma li pinzièr' stòn' sèmp' cu tè....!
t'èr' vulùt' disc' ci sàp c'è còs'...
...ma tu lu sè già sènz' ca ti li dìc'...



venerdì 14 novembre 2014

Nustalgìj…











Nustalgìj…

 

a nùj c’aspittàm’ tutt’ n’ànn…

…pì putì turnà

pàr’ cò u tièmp s’è firmàt’…

…j n’aspittàm’ ci sàp cèccòs’…!

n’aspittàm’ li vrazz’ apièrt’ di l’amìsc’

quìdd’ amìsc’ c’àgni jànn’ ca pàs’…

…sò sèmp di mèn’ !

com’ n’aspittàm’ ca tutt’ jè rimàst’ o post’ sùv…

cuddu pòst ca ormaj  manc’ si ricòrd’ chiù di nuj…

na nì pàr’ vèr’ quànn’ qualcùn’ ni salùt’…!

càr’ cumbà còm’ stàm’… (!?)

quànt’a tièmp’ a stà… (!?)

quànn’ a pàrt’… (!?)

dumànn’ ca agni vòt’ jèt’ na fatìj a rispònn’…

Sòl’ tù ni rumàn’ pi ni fa turnà…

a vòt’ ti malidìc’…

a vòt’ ti vèng’ a circà…

ma quànn’ ti pènz’ mi fàsc’ sèmp' chiù màl’…!

tù ca ni fàsc’ cantà li canzòn’ viècch’…

tu ca ni fàsc’ viaggià cu li pinzièr’…

tu ca tutt’ chiam’n nustalgìj…

ma jì ti chiàm’ amòr’…

…amòr’ pi li còs’ ca nang’ stòn’ chìù…

  j nang’ pòn’ chiù turnà…!!!

 

Nostalgia
a noi che aspettiamo tutto un anno...
...per poter tornare
pare che il tempo si sia fermato...
...e ci aspettiamo chissà che cosa...!
ci aspettiamo le braccia aperte degli amici
quegli amici che ogni anno che passa...
...son sempre di meno !
come ci aspettiamo che è rimasto tutto al posto suo...
quel posto che ormai no si ricorda più di noi...
non ci pare vero quando qualcuno ci saluta...!
caro compare come stiamo....(!?)
quanto tempo stai... (!?)
quando devi partire...(!?) 
domande che ogni volta è una fatica rispondere...
solo tu ci rimani per farci tornare...
a volte ti maledico...
a volte ti vengo a cercare...
ma quando ti penso mi fa sempre più male...!
tu che ci fai cantare le vecchie canzoni...
tu che ci fai viaggiare con i pensieri...
tu che tutti chiamano nostalgia...
ma io ti chiamo amore...
...amore per le cose che non ci sono più...
e non possono più tornare...!!!

 

sabato 26 luglio 2014

…A lu prossòr…


 …A lu prossòr…

 

…nà sapèv’ ci jèr’ tù…

Taggh’canusciùt’...

... quann’ ormaj nang’ stàv’ chiù…

…ma tu com’ a tutt’ li grànnd’hom...

... nà mi lu dàv’ maj a pisà…

Ci ti jacchiàv’ annànz’ tu jèr’ 

sèmp’ prònt’ a salutà cu a ris’ ammbàcc’…

…j quànn’ na ti vidèv’...

.. tu fascìv’ ammòd’ ca jì ti vidèv’

… pi mi dà nu salut’...

… ma jì còm’ a tutt’ li gnurànt’...

... discèv’ sòl’ ca tu jèr’ u prossòr…

Quann’ ti na sciùt’… 

...ti na sciùt’ cu a rìs’ ammbàcc’...

... di jùn’ ca sapèv…

…sapèv’ ca jì nà sapèv’ ci jèr’ tu…!!!

…stàtt’ bbuèn’ prossò….!!

 


 

 al professore

(non sapevo chi eri tu
Ti ho conosciuto quando ormai non c’eri più…
…ma tu come tutti i grandi uomini non me lo facevi mai pesare…
Se ti incontravo eri sempre pronto a salutare con un sorriso in faccia…
…e quando non ti vedevo tu facevi in modo che ti vedevo per darmi il tuo saluto
…ma io come tutti gli ignoranti dicevo solo che tu eri il professore…
Quando te ne sei andato… te ne sei andato con un sorriso in faccia di uno che sapeva…
…sapeva che io non sapevo chi eri tu….!!
…stammi bene professore….!!)

venerdì 4 aprile 2014

I MARZIANI SON TRA DI NOI.....



NOTIZIE DALLA NASA: I MARZIANI SIAMO NOI!!!

la Nasa dopo varie ricerche, ha scoperto che su Marte c’è l’aria, aria di Napoli venduta clandestinamente da un certo Gennaro Esposito, nel suo chiosco Marziano vendeva souvenir di ogni genere Made in PRC che a loro volta erano giunti su marte qualche decennio fa con un programma di colonizzazione clandestino, in uno di questi viaggi clandestini dalla terra a Marte l’Esposito si imbarcava clandestinamente con una buona scorta di bombolette di aria di Napoli che hanno fatto la sua ricchezza quando i Cinesi si accorsero che su Marte non c’era l’aria, l’Esposito da buon Napoletano prontamente riforniva gli esploratori di aria di Napoli, grande è stato lo stupore della NASA nel verificare contrariamente alle loro convinzioni, che su Marte vi era una buona ATMOSFERA tra Cinesi e Napoletani, il commercio di aria di Napoli fiorisce abbondantemente visto lo stato di inquinamento in cui vessa la Cina, ormai si pensa di importare l’aria di Napoli proveniente da Marte in Cina con servizio di navette che a loro volta vanno ad aria Cinese vista la sua grande infiammabilità!   La notizia di questo commercio ha destato un grande interesse sulla terra che essendo sulla strada di non ritorno e che rischia di essere paragonabile all’atmosfera di Marte, l’ultimo tassello   che manca per giungere a questa ambita meta Marziana è una guerra nucleare che distrugga tutta l’aria della terra!
Stando a queste notizie è da constatare che la storia si ripete…!! Anche su marte una volta c’erano tante piante ed animali, poi giunse l’uomo e in breve tempo rese il pianeta arso e senza aria poco adatto alla vita, fu allora che scoprirono la terra ed incomincio la sua colonizzazione! In parole povere noi siamo tutti Marziani quali loro discendenti!!!
 

giovedì 13 marzo 2014

...gabbiàn'...



 

 










  … crèst’a biànc’… 
 cà vièn’ da luntàn’… ca vièn’ da jìnd’ o màr’!! 
…dìmm a do stè… ca jì tèng’ fàm’..! 
còm' u gabbiàn’ ca pàss’do màr a la discaric’pi la fàm’ 
apprufìttàn' di li scàrt’ pì jacchià nu buccòn’….! 
apprufìt  pur' di lu màr’ grèt’ a scìj di na nàv’ 
...pi mètt’ a silènz’j a fàm’!! 
j jànn’ …! j jànn’…! j jànn’…!!! 
…jànn’jìnd’ a lì bidùn’…cu a spirànz’! 
s’aggìr’ com’ a nu fantàsm… 
scunnùt a lì uècch’ di l’àt’… 
a fàm’ jè chiù fòrt… chiù fòrt da virgògn’… 
u sàp ca lu stòn’ a vèd…. 
U sàp ca lu stòn’ a criticà… 
… nisciùn’ si dumànn’... tutt’…si gir’n a nàt’vànn!! 
j jànn’ …! j jànn’…! j jànn’…!!! 
…cuntìn’a jannà…ammiènz’ o scàrt’ di li bàncarèdd’… 
…a pinziòn’ na li bàst’ chiù…! 
…na lù sapèv’ ca jèr’ divintà puvurièdd’…! 
Com’ na lu sapèv’u gabbiàn’ ca jèr’ scì a la discaric’...! 
s’accuntènd’……di qualc’ scàrt’… jìnd’o màr’di munnèzz’… 
…si virgògn’ com’ nu càn' ca port’a rògn’...! 
…ma a fàm’ jè chiù fòrt… chiù fòrt da virgògn’…!! 
tànt' fòrt’ca li fà allungà a màn cu a spirànz’...
   di na facc' amìc'...ca li rijàl nu surrìs' !

traduzione:
...cresta bianca...
che vieni da lontano...che vieni da dentro il mare !!
...dimmi dove sta...che io ho fame...!!
come il gabbiano che passa dal mare alla discarica per la fame
approfittando degli scarti per trovare un boccone...!
approfitta pure del mare dietro a una scia di una nave
...per mettere silenzio alla fame!!
e cerca...!e cerca...!e cerca...!
...cerca dentro i bidoni...con la speranza!
si aggira come un fantasma...
  nascosto agli occhi degli altri...
la fame è più forte.... più forte della vergogna...
lo sa che lo stanno a guardare...
Lo sa che lo stanno a criticare... 
...nessuno si domanda...tutti... si girano da un'altra parte!!

e cerca...!e cerca...!e cerca...!
...continua a cercare ...tra gli scarti della bancarelle...
...la pensione non gli basta più...!
...non lo sapeva che sarebbe diventato un poverello...!
come non lo sapeva il gabbiano che doveva andare alla discarica...!
si accontenta ...di qualche scarto...dentro al mare di mondezza...
...si vergogna come un cane che porta la rogna...!!
...ma la fame è più forte della vergogna...!!
...tanto forte che gli fa allungare la mano con la speranza...
...di una faccia amica.... che gli regala un sorriso..!